Petrolio ancora in rialzo, si discute oggi in Ue questione embargo petrolio russo

4 Maggio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Quotazioni del petrolio in rialzo prima dell’avvio delle Borse europee. Il brent viaggia sopra quota 106 dollari al barile, mentre il Wti avanza dell’1,5% a ridosso della soglia dei 104 dollari al barile.

“Un embargo dell’UE sul petrolio russo sembra ormai imminente, con i membri dell’Unione che potrebbero decidere già questa settimana”, segnalano gli esperti commodity di ING ricordando che secondo quanto anticipato dal WSJ la proposta prevede un periodo di sospensione di 6 mesi per le importazioni russe di petrolio. “Non mancheranno le sfide su questo fronte, poiché già Ungheria e Slovacchia si sono mostrate contrarie allo stop, data la loro dipendenza da Mosca”, aggiungono gli esperti segnalando che “il rischio è che se anche solo alcuni paesi potessero continuare a importare petrolio russo oltre il limite di 6 mesi, anche altri potrebbero farlo, e il che attutirebbe l’impatto del divieto”. Intanto i membri dell’UE discuteranno la proposta in occasione del Coreper, ovvero il comitato dei Rappresentanti permanenti dei 27.