Olimpiadi Invernali 2026: Milano attrarrà oltre 5 miliardi di euro di investimenti immobiliari

13 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Milano si prepara ad accogliere le Olimpiadi Invernali nel 2026, un evento che porterà benefici in molti settori tra cui quello immobiliare, stimati in circa 19 miliardi di euro di valore aggiunto, il 40% in più rispetto alle stime effettuate senza il grande evento sportivo.

Così emerge dal Rapporto “Olympic Games 2026: Milano e Cortina sul podio immobiliare” presentato nel corso del convegno “OLYMPIC GAMES 2026 – Milano e Cortina sul podio immobiliare”, organizzato da Scenari Immobiliari in collaborazione con Risanamento.  Secondo il Rapporto, da qui alle Olimpiadi (tra il 2022 e il 2026) trasformazioni urbane e edilizie a Milano daranno la possibilità di sviluppare una superficie complessiva di circa 1,1 milioni di metri quadrati, contro i 680mila circa stimati in assenza della manifestazione sportiva, e generare ricadute economiche immobiliari superiori ai 5,5 miliardi di euro. Le superfici si concentreranno equamente nel comparto residenziale (49 per cento) e direzionale/commerciale (49 per cento). Il settore produttivo/logistico svilupperà una superficie pari a circa il due per cento di quella complessiva.

Olimpiadi Invernali: i benefici per Milano 

Ma soprattutto le Olimpiadi, dice il Rapporto, fungeranno da motore attrattivo per nuovi investimenti a Milano, quantificabili in oltre 5 miliardi di euro tra il 2022 e il 2026 (poco più di 3 miliardi in assenza del grande evento), per arrivare a oltre 8 miliardi tra il 2026 e il 2030 (meno di 6 miliardi senza evento) e fino a più di 4 miliardi a partire dal 2030, a testimonianza di un’eredità importante a livello economico per la città.  Nella città di Milano in particolare è possibile stimare un incremento dei valori immobiliari rispettivamente dell’undici per cento circa nel 2026 e del 23 per cento circa del 2030, mentre per gli ambiti urbani di Santa Giulia e di Porta Romana tali livelli di dinamicità risulteranno più elevati e maggiormente accelerati nel tempo.

A Santa Giulia, sede del PalaItalia, la crescita dei valori si stima possa essere pari al dodici per cento nell’anno delle Olimpiadi e di quasi il 25 per cento nel 2030 mentre a Porta Romana, sede del villaggio olimpico, la crescita dei valori immobiliari si stima possa essere pari all’11,7 per cento nel 2026 e al 23,4 per cento nel 2030. MIND, ambito di rigenerazione urbana approfondito in quanto sede dell’ultimo grande evento ospitato dalla città di Milano (Expo 2015), beneficerà anch’esso delle ricadute positive indirette e intangibili derivanti dall’assegnazione, dallo svolgimento e dalla legacy dei Giochi olimpi invernali. Tale lascito porterà a una crescita dei valori immobiliari superiore all’11,5 per cento nel breve periodo (2026) e del 24 per cento nel medio periodo (2030).