Nissan, Carlos Ghosn respinge le accuse: “compensi legittimi”

8 Gennaio 2019, di Mariangela Tessa

Nel corso dell’udienza preliminare svoltasi questa mattina alla Corte distrettuale di Tokyo, l’ex presidente del gruppo Nissan-Renault-Mitsubishi, Carlos Ghosn, ha negato le imputazioni di illeciti finanziari e contesta il lungo periodo di detenzione a cui è stato sottoposto, nella sua prima apparizione pubblica dal giorno del suo arresto, lo scorso 19 novembre.

L’ex tycoon 64enne ha dichiarato la sua innocenza, aggiungendo che i pagamenti ricevuti dalla Nissan si basavano su compensi legittimi e ribadendo di non aver mai causato perdite finanziarie alla casa auto nipponica.