Negoziati Russia-Ucraina non segnano progressi, Ftse Mib sbanda a oltre -3%

10 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Pochi progressi nei negoziati tra Russia e Ucraina. Le prime indicazioni in arrivo dalla Turchia, dove stamattina c’è stato l’incontro tra i ministri degli Esteri di Russia e Ucraina, Serghei Lavrov e Dmitry Kuleba, vedono posizioni ancora distanti. La Russia intende infatti continuare gli attacchi fino a quando i suoi obiettivi non saranno raggiunti, stando a quanto riferito al margine dell’incontro dal ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba.

L’incontro è durato circa 90 minuti. “L’ampia narrazione che mi ha trasmesso è che continueranno la loro aggressione fino a quando l’Ucraina non soddisferà le loro richieste, e l’ultima di queste richieste è la resa”, ha detto Kuleba ai giornalisti.

La reazione dei mercati è stata un’accelerazione al ribasso con Piazza Affari arrivata in questi minuti a circa -3% (-3,19% il Ftse Mib in area 23.128 punti), sui minimi di giornata.