Moneyfarm entra nella previdenza integrativa

8 Giugno 2020, di Mariangela Tessa

Moneyfarm, società di gestione del risparmio con approccio digitale, lancia la sua prima soluzione di previdenza complementare “Piano Pensione Moneyfarm”, un Piano Individuale Pensionistico (PIP), sottoscrivibile completamente online e basato su sei diverse linee di investimento (a seconda del profilo di rischio).

I fondi sono strutturati con lo stesso approccio delle gestioni patrimoniali della Società (ossia: sottostante in ETF, diversificazione, semplicità, trasparenza ed efficienza di costo).

Il Piano Pensione Moneyfarm prevede una commissione di gestione annua, indipendentemente dalla linea di gestione scelta, pari a 1,25% del capitale investito (contro una media nazionale dei PIP pari al 2,21% – Figura 1), oltre a un costo amministrativo annuo di 10 euro. Non sono previsti costi di caricamento, trasferimento, cambio linea, adesione, riscatto e anticipazione.

L’indice sintetico di costo (ISC) sui 10 anni è pari al 1,42% annuo: un valore molto inferiore rispetto agli altri PIP presenti sul mercato italiano e in linea con la media dei costi dei fondi pensione aperti (generalmente meno costosi dei PIP in quanto non prevedono alcun servizio di consulenza sul prodotto).