Minute Bce: “Creazione strumento anti-frammentazione non contrasta con pressioni inflazionistiche”

7 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

“La creazione di uno strumento anti-frammentazione non è in contrasto con la necessità di contenere le pressioni inflazionistiche. Anzi, affrontare la frammentazione potrebbe essere considerato necessario per mettere il Consiglio direttivo in una posizione migliore per accelerare la normalizzazione della politica monetaria se le prospettive dell’inflazione lo giustificano”.
Così nella minute dell’ultima riunione della Banca centrale europea in cui “è stata richiamata l’attenzione sull’ampliamento degli spread sovrani negli ultimi mesi”. Inoltre, si legge, “è stato fatto riferimento al principio di separazione, introdotto dalla Bce a seguito della crisi finanziaria per distinguere tra le misure non convenzionali volte a salvaguardare la trasmissione della politica monetaria e gli strumenti volti a definire l’orientamento politico appropriato per l’area euro nel suo complesso”. Infine “è stato chiesto di accelerare e completare rapidamente i lavori su un possibile nuovo strumento anti-frammentazione, poiché il rischio di frammentazione potrebbe intensificarsi con l’avanzare della normalizzazione della politica monetaria della Bce”.