Market mover: l’agenda macro della giornata

18 Maggio 2022, di Redazione Wall Street Italia

L’agenda macro di oggi prevede nel corso della mattina la lettura finale dell’inflazione nell’Eurozona che dovrebbe confermare la stima preliminare con una inflazione annua al 7,5%. Nel pomeriggio dagli Stati Uniti giungeranno alcune indicazioni sull’immobiliare, con i nuovi cantieri residenziali e le licenze edilizie. Tra i discorsi, si segnala quello di Evans (Fed).

Intanto dalla Gran Bretagna è giunto l’aggiornamento sull’inflazione che ad aprile ha visto un balzo al 9% su base annua, dal precedente 7%. Il balzo era atteso dagli analisti che si aspettavano un aumento poco superiore, pari al 9,1%.

Dal Giappone il Pil relativo al primo trimestre dell’anno si è contratto dello 0,2% su base trimestrale e dell’1% a ritmo annualizzato. Il dato ha confermato l’impatto, sull’economia giapponese, dell’ondata di Omicron, che ha colpito il paese all’inizio dell’anno. Gli economisti avevano previsto tuttavia una contrazione più forte, pari a -0,4% su base trimestrale.

A livello societario, attenzione oggi ai titoli auto che potrebbero muoversi in scia alle immatricolazioni nell’Eurozona.