L’Espresso: firmato accordo di integrazione con Itedi

1 Agosto 2016, di Mariangela Tessa

MILANO (WSI) – Un passo avanti nel piano di integrazione tra la Repubblica e la Stampa.

Dopo il memorandun d’intesa siglato lo scorso 2 marzo, il Gruppo Editoriale L’Espresso (Gele) e Italiana Editrice (Itedi) hanno annunciato la firma dell’accordo quadro da parte di Cir, azionista di controllo di Gele, Fca e Ital Press Holding della famiglia Perrone, azionisti di Itedi.

L’integrazione- si legge in una nota –  prevede il conferimento da parte di Fca e Ital Press del 100% di Itedi in Gele, a fronte di un aumento di capitale riservato.

Al termine di questa operazione Cir deterra’ il 43,4% di Gele, Fca ne avra’ il 14,63 e Ital Press il 4,37%. In seguito Fca distribuira’ l’intera quota detenuta in Gele ai possessori delle sue azioni ordinarie e, di conseguenze a cio’, Exor ricevera’ il 4,26% di Gele.

Sono stati firmati anche due patti parasociali triennali tra Cir-Exor e Cir-Ital Press che, tra l’altro, prevedono che John Elkan e Carlo Perrone siedano in cda di Gele, mentre a Cir spetta la nomina di presidente e amministratore delegato. Il perfezionamento dell’accordo e’ previsto nel primo trimestre del 2017.