Lego dice addio alla Russia: i famosi mattoncini non saranno più venduti nel paese

12 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Il Gruppo Lego, il più grande produttore di giocattoli al mondo, ha dichiarato di voler cessare le operazioni in Russia e di aver rescisso il contratto con il gestore di 81 negozi Lego nel Paese.
Lego ha deciso di “cessare a tempo indeterminato le operazioni commerciali in Russia”, ha dichiarato l’azienda in una e-mail. La decisione include la fine della collaborazione con Inventive Retail Group, che possedeva e gestiva i negozi per conto di Lego, e il licenziamento della maggior parte dei suoi dipendenti con sede a Mosca.
A marzo Lego ha interrotto le spedizioni di prodotti in Russia a causa dell’invasione russa dell’Ucraina.