La Fed di Powell prosegue lotta contro l’inflazione: alza tassi di 75 punti base al record da fine 2018

28 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Così come da attese, la Fed di Jerome Powell ha alzato i tassi sui fed funds di 75 punti base, per la seconda volta consecutiva, portandoli al range compreso tra il 2,25% e il 2,5%: insieme, le strette monetarie di giugno e di luglio rappresentano i rialzi consecutivi dei tassi più consistenti, da quando la Fed ha iniziato a utilizzare i tassi overnight alla stregua di principale strumento di politica monetaria, all’inizio degli anni ’90.

Il rialzo dei tassi di 75 punti si spiega con la determinazione della Fed a spegnere le fiammate dell’inflazione.

I tassi sui fed funds su cui agisce la Federal Reserve, va ricordato, hanno un impatto diretto sui prestiti che le banche si concedono nel breve termine, ma condizionano anche diversi prodotti al consumo, come i mutui, i prestiti per l’acquisto di auto e le carte di credito.

Il rialzo di ieri della Fed di Jerome Powell ha portato i tassi al valore più alto dal dicembre del 2018.