Investimenti: Lombardia regione più attraente, Calabria in coda

24 Giugno 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Mezzogiorno ancora poco attraente per gli investimenti, mentre con un punteggio superiore a 4 su 5 è la Lombardia (4,07) la regione preferita dagli imprenditori italiani per insediare nuove imprese.

Sono alcuni dei dati emersi dallo studio “L’attrattività percepita di regioni e province del Mezzogiorno per gli investimenti produttivi” pubblicato sull’ultimo numero della Rivista Economica del Mezzogiorno, trimestrale della Svimez.

Condotto su un campione di 225 imprese con sede in Italia, di diversi settori merceologici e almeno 20 addetti, lo studio si propone di analizzare in quali regioni e province italiane gli imprenditori preferiscano insediare un’azienda, e per quali motivi. L’analisi è stata condotta attraverso la somministrazione di un questionario, in cui era richiesto di assegnare a regioni e province punteggi compresi tra 1 (molto sfavorevole) a 5 (molto favorevole).

Dopo la Lombardia, tra le regioni piu’ attraenti spicca l’Emilia Romagna (3,92), Veneto (3,86), Piemonte (3,58), Toscana (3,37) e Trentino Alto Adige (3,34). Abruzzo (2,59) e Puglia (2,47) in testa alle regioni del Sud, Calabria in coda (1,73).