Gibus: risultati record nel 2021 con ricavi più che raddoppiati ed Ebitda quadruplicato, proposto dividendo di 1 euro p.a.

24 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Nel 2021 Gibus ha registrato risultati record per il settimo anno consecutivo: ricavi più che raddoppiati ed Ebitda quadruplicato rispetto al bilancio pre Ipo. Nel dettaglio, i ricavi sono pari a 72,7 milioni di euro, +61,3% rispetto al 31 dicembre 2020; il segmento lusso high end registra ricavi pari a 32,4 milioni (+65,2%) e rappresenta il 46% del totale (45% nel 2020).
L’Ebitda si attesta a 18,2 Euro milioni (Ebitda margin pari al 25%, rispetto al 18,8% nel 2020), con una crescita del +115% rispetto al 2020.
L’Utile Netto si attesta a 14 milioni e registra un incremento del +158% rispetto al 2020.
La Posizione Finanziaria Netta è positiva per 17,3 milioni, in significativo miglioramento rispetto alla cassa di 7,3 milioni al 31 dicembre 2020.
Il cda ha proposto la distribuzione di un dividendo di 1 euro per azione che sarà messo in pagamento a partire dal 4 maggio 2022. Il dividend yield risulta pari a circa il 6,6% rispetto all’ultimo prezzo di chiusura, mentre il payout ratio risulta pari al 35,7%.
“Il 2022 si apre quanto mai nel segno dell’incertezza e dell’instabilità: benché il Gruppo non abbia subito effetti diretti in termini di business, non avendo nessuna attività produttiva o distributiva attiva in Russia o in Ucraina, risultano tuttavia evidenti i rischi che l’instabile scenario macroeconomico porta con sé: dall’aumento dei costi dell’energia e di tutte le principali materie prime, alla propensione all’acquisto da parte dei consumatori. Restiamo fiduciosi e positivi sulla solidità del trend di crescita del nostro settore, una volta che il conflitto sarà risolto e si sarà ritrovata una forma di stabilità internazionale” ha commentato Gianfranco Bellin, presidente e ad di Gibus.