Germania: sorpresa negativa da ordini fabbriche, scivolano -1,2%

5 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Nel mese di febbraio, gli ordini alle fabbriche della Germania hanno segnato un forte ribasso, sorprendendo negativamente i mercati. Il dato è sceso -1,2% su base mensile, dopo il rialzo +0,5% di gennaio, e ha fatto ben peggio rispetto alle attese, con il consensus degli analisti di Reuters che aveva previsto +0,2%, e le stime di Bloomberg di un aumento +0,3%.

Su base annua, gli ordini sono aumentati +0,5%. In un comunicato stampa, il ministero dell’Economia della Germania ha commentato la performance degli ordini alle fabbriche sottolineando che:

“Gli ordini del settore manifatturiero hanno mostrato un trend lento all’inizio dell’anno. Ciò riflette lo sviluppo debole dell’economia globale”.

Dal report emerge che gli ordini alle esportazioni sono scesi -2,7% a febbraio, causa soprattutto lo scivolone del 3,7% degli ordinativi provenienti da altri paesi dell’Eurozona. Gli ordinativi per i beni di investimento sono calati -2,1%, e quelli per i beni di consumo -7,3%. Gli ordini domestici sono saliti invece +0,9%.