Ftse Mib scatta sopra 25.500 punti, rimbalzo di Unicredit (+3%)

1 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Prevalenza degli acquisti in avvio di giornata a Piazza Affari. Il Ftse Mib, reduce dal -1,39% della vigilia, segna +0,75% a 25.606 punti. I mercati azionari sono scesi ieri anche se sono stati in grado di recuperare alcune delle perdite iniziali. “L’intensificarsi del conflitto in Ucraina fornisce chiaramente un motivo di cautela, così come la retorica inasprita di Mosca e dell’Occidente, ma i mercati sembrano essersi ripresi dallo shock iniziale”, asseriscono stamattina gli esperti di IG. Sul fronte banche centrali, stanotte la RBA ha lasciato i tassi invariati e ha avvertito di ulteriore incertezza derivante dalla situazione in Ucraina. Da monitorare in giornata il discorso sullo stato dell’Unione del presidente Joe Biden.

Tra le blue chip di Piazza Affari tiene banco oggi Stellantis (+0,9% a 16,52 euro) che presenterà oggi alle 14 il suo piano strategico a lungo termine. Bene anche ENI (+1,4%). Tra le banche in recupero Unicredit (+3%), peggior titolo ieri in scia alle rinnovate tensioni legate al conflitto in Ucraina.

In evidenza infine TIM (+1,83% a 0,3848 euro) con il ritorno di rumor relativi al negoziato in corso con CDP per la firma di un MoU per la realizzazione della rete unica. Secondo il quotidiano Repubblica, l’accordo difficilmente sarà pronto per essere annunciato con i risultati aziendali (in pubblicazione domani sera), ma dovrebbe essere chiuso comunque a breve, nei prossimi giorni.