Ftse Mib riparte dai 24.000 punti. Fase di debolezza per STM ed ENI

29 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Ftse Mib. Dai 23.200 punti l’indice è riuscito a recuperare in parte il terreno perso e ora si trova a fronteggiare quota 24.300 punti che, se superata, aprirebbe la strada verso un graduale ritorno in area 25.000 punti, dove passa la trend line ribassista costruita sui massimi di gennaio e febbraio di quest’anno. 

STM. Dal punto di vista grafico, il titolo sta attraversando un brutto momento complice la debolezza generalizzata del settore tecnologico con l’atteggiamento sempre più aggressivo delle banche centrali. Nonostante il rimbalzo messo in atto dal minimo a 31,7 euro del 7 marzo, il titolo del colosso italo-francese dei microchip ha virato bruscamente al ribasso tagliando con volatilità la media mobile 200 periodi.

ENI. Il titolo presenta un quadro grafico impostato al rialzo, anche se le ultime candele ribassiste hanno dato i primi segnali di debolezza sul colosso dell’energia. Dopo aver sporcato a marzo la trend line rialzista di lungo periodo costruita sui minimi di ottobre 2020 e luglio 2021, Eni ha rotto tale livello dinamico poche sedute fa e ora sta effettuando il pull back sulla trend line.