Ftse Mib piatto attende l’esito del Consiglio europeo. Eni e Poste alle prese con resistenze chiave

25 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Ftse Mib. Prosegue la fase di rimbalzo avviata il 7 marzo accompagnata da una buona dose di volatilità. Ma ora l’indice italiano sta facendo fatica a lasciarsi alle spalle area 24.000 punti. Solo il superamento di zona 25.000 punti darebbe un chiaro segnale nel proseguire al rialzo. 

ENI. Il titolo sta attraversando una fase delicata dal punto di vista tecnico. Il quadro grafico nel medio periodo si mantiene orientato al rialzo, ma le candele fortemente ribassiste del 3 e 4 marzo hanno generato debolezza sul titolo. ENI si è portata al test della resistenza a 13,4 euro, il cui break potrebbe far tornare i corsi sui massimi di periodo toccati il 3 marzo scorso. 

Poste Italiane. Quadro grafico in lieve miglioramento per Poste Italiane anche se la tendenza di breve e medio termine resta orientata al ribasso. Il titolo sta cercando di proseguire la fase di rimbalzo avviata dal minimo a 8,36 euro toccato il 7 marzo scorso e si trova al test della resistenza a 10,5 euro.