Francia: frena il crollo delle immatricolazioni (-50% in maggio)

1 Giugno 2020, di Mariangela Tessa

Nuovo crollo del mercato dell’auto in Francia, anche se il peggio sembra essere alle spalle. Nel mese di maggio, a causa delle misure di confinamento per il Covid-19, si è registrato un calo delle vendite pari al 50,34% nferiore a quella dei due mesi precedenti (-72% di marzo, seguito dal -89% di aprile).

I costruttori d’Oltralpe vedono, in effetti, i primi segnali di ripesa. Per il gruppo Psa (Peugeot, Citroen, Ds, Opel) il calo è stato del 56% e per il gruppo Renault (Renault, Dacia, Alpine) del 50,4%, in base ai dati forniti dal Comitato dei costruttori francesi di automobili (Ccfa) .

Per il 2020 le previsioni del settore sono comprese tra -20% e -30%.