Fideuram: totale masse amministrate raggiunge il livello record di 341 mld nel 2021, utile netto supera 1 mld

11 Febbraio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Alla fine di dicembre 2021 le masse amministrate dal Gruppo Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking risultavano pari a 341,2 miliardi di euro, in aumento di 37,5 miliardi (+12%) rispetto al 31 dicembre 2020, raggiungendo il livello più elevato registrato nella storia del Gruppo.
La crescita delle masse rispetto alla fine del 2020 è stata realizzata sia grazie all’eccellente risultato di raccolta netta, pari a 15,7 miliardi, sia per effetto della performance di mercato che ha inciso positivamente sui patrimoni per 21,8 miliardi.
L’analisi dei principali aggregati del Conto Economico evidenzia che nel 2021 le commissioni nette sono risultate pari a 2,1 miliardi, in aumento del 9%.
Il margine di interesse, pari a 212 milioni, ha evidenziato una flessione di 39 milioni rispetto al 2020, principalmente legata alla minore redditività degli attivi derivante dal calo dei rendimenti di mercato.
Il Cost/Income ratio è pari al 35%, in miglioramento rispetto al 36% del 2020.
L’utile netto consolidato è risultato pari a € 1,1 miliardi (+35%), evidenziando una forte crescita (+284 milioni) rispetto al 2020. Tale incremento include, per 164 milioni, la plusvalenza netta realizzata con la cessione del Ramo Banca depositaria e Fund Administration di Fideuram Bank (Luxembourg). Al netto di tale componente non ricorrente l’utile netto si sarebbe attestato a 937 milioni, in crescita del 15% rispetto allo scorso anno, rappresentando comunque il miglior risultato di sempre.
Al 31 dicembre 2021 il Common Equity Tier 1 ratio è risultato pari a 13,6% e il Total Capital ratio pari a 13,8%.