Eurostat ritocca al rialzo Pil eurozona aprile-giugno (-11,8% trimestrale)

8 Settembre 2020, di Mariangela Tessa

Confermata la forte contrazione del Pil dell’Eurozona nel secondo trimestre, che sconta gli effetti pandemici e del lockdown.

Secondo Eurostat, la terza ed ultima stima del Pil indica una contrazione dell’11,8% rispetto al trimestre precedente (dal 12,1% indicato dalla stima preliminare e dal consensus).

Su base annua la variazione si attesta a -14,7%, dal -15% rilevato nella stima preliminare.

Nell’intera Unione Europea il Pil ha segnato una contrazione dell’11,4% congiunturale, mentre rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente si è registrato un calo del 13,9%.

Francia, Italia e Spagna sono le economie più penalizzate.