eToro: indici ancora in trading range

12 Febbraio 2021, di Alessandra Caparello

Si conclude una settimana il cui elemento caratterizzante è stata la compressione di volatilità sui principali mercati azionari. Gli indici hanno consolidato i guadagni della scorsa settimana ma i range di prezzo si sono contratti considerevolmente, un elemento storicamente da monitorare, in quanto solitamente propedeutico a fasi, più o meno evidenti, di correzione. Vale la pena ricordare che il mese di Febbraio è storicamente quello più debole del primo semestre, per la maggior parte degli indici azionari, ma finora sta registrando una positiva positiva.

Come si legge nell’odierno Market Report firmato da Edoardo Fusco Femiano, Market Analyst di eToro in Italia:

Ieri le borse europee si sono mosse limitatamente, con le notizie principali che sono arrivate dalla reporting season in corso. Nello specifico, bene Astrazeneca, ha battuto le stime di vendite trimestrali e ha previsto una crescita dei ricavi per il 2021. Bene Credit Agricole, salita del 4,47%, dopo aver pubblicato risultati del quarto trimestre migliori delle aspettative, mentre al contrario Commerzbank ha chiuso in ribasso del 6%, dopo che la banca ha annunciato dati peggiori del previsto nel quarto trimestre.

Negli Stati Uniti, Il Dow Jones ha ritoccato nuovi massimi storici, mentre l’S&P500 ed il Nasdaq hanno lateralizzato sui massimi, nell’attesa di ulteriori dettagli e tempistiche sulle misure di stimolo fiscale, dopo che i dati sul mercato del lavoro hanno evidenziato costante debolezza. Nello specifico, Il numero di nuove richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati uniti durante la scorsa settimana si è attestato a 793.000, contro i 812.000 rilevati durante la settimana precedente.
Tra i singoli titoli, bene Mastercard, salita del 2.59% dopo aver annunciato di voler fornire quest’anno sostegno ad alcune criptovalute sul proprio network, unendosi a diverse altre grandi aziende che hanno promesso simili servizi, tra cui Bank of New York Mellon. Questa serie di notizie ha chiaramente spinto al rialzo il Bitcoin, che ha aggiornato i massimi storici sopra i $48.000.