Eternit bis: per la Consulta, Schmidheiny è processabile

22 Luglio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Stephan Schmidheiny è processabile per l’Eternit Bis, in cui la procura di Torino contesta all’ultimo patron del gruppo l’omicidio doloso, cioè volontario, di oltre 258 persone morte di mesotelioma, il tumore maligno causato dalla diffusione della fibra di amianto.

Lo ha sancito poche ore fa la Corte Costituzionale. Il principio del “ne bis in idem” ossia quello per il quale non si può essere processati due volte per lo stesso reato “non c’è”.