Esodati: con l’ottava salvaguardia nuove tutele per decine di migliaia di italiani

2 Agosto 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Si delinea all’orizzonte l’ottava salvaguardia per gli esodati, 30-35mila lavoratori penalizzati dalla riforma Fornero che sono rimasti senza lavoro e senza pensione.

Secondo quanto confermato dal presidente della Commissione lavoro, Cesare Damiano il disegno di legge arriverà presto alla Camera e già questa settimana in Commissione ci saranno le prime votazioni.

“Abbiamo alle spalle sette salvaguardie e la costituzione di un fondo che ha messo in cassaforte 11,6 miliardi di euro per tutelare oltre 172 mila persone, che potranno andare in pensione con le regole ante-Fornero, sempre con riferimento a situazioni per cui i requisiti siano stati maturati, o gli accordi conclusi, entro il 31 dicembre 2011 (…) l’ottava salvaguardia è quella definitiva e non deve costare un euro alle casse dello Stato né prevedere una persona in più rispetto alla platea già definita (…) con le sette salvaguardie sono state messe in tasca 100mila pensioni e ci sono altre 25 mila domande presentate (…) è stata aperta una conferenza dei servizi, tra i ministeri del Lavoro, dell’Economia e l’Inps per definire numeri e risorse risparmiate”.