Eni cede il 49% di Enipower a Sixth Street

14 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Eni si è accordata con Sixth Street per la cessione del 49% delle azioni detenute in Enipower. Eni manterrà il controllo di Enipower in termini operativi nonché il consolidamento di bilancio della società.

Enipower, con 6 centrali a gas e una potenza complessiva in esercizio di circa 5 GW, è il secondo produttore di energia elettrica in Italia, il primo cogeneratore di vapore industriale e tra i primi operatori italiani nei servizi di rete necessari a garantire l’adeguatezza del sistema elettrico.

“L’operazione rientra nell’ambito della strategia di Eni volta a valorizzare i nostri asset e liberare nuove risorse per la transizione energetica”, ha commentato Francesco Gattei, Chief Financial Officer di Eni.

“La transizione energetica globale richiede soluzioni creative e a lungo termine, e siamo lieti di collaborare con Eni nell’applicazione efficiente della sua strategia di transizione energetica”, ha affermato Richard Sberlati, Partner di Sixth Street. “Questa operazione è un esempio dell’approccio di partnership che adottiamo per creare soluzioni istituzionali per società multinazionali in Europa e Nord America, facendo leva sulle solide capacità della nostra piattaforma di investire nella produzione di energia, nella trasmissione e nelle transizioni rinnovabili”.