Électricité de France: nuovo profit warning per calo produzione nucleare

15 Settembre 2022, di Redazione Wall Street Italia

Électricité de France (EDF), la maggiore azienda produttrice e distributrice di energia in Francia totalmente nazionalizzata lo scorso luglio, ha comunicato che, sulla base dei prezzi forward 2022, l’impatto stimato del calo della produzione nucleare, prevista nel 2022 sulla fascia inferiore del range 280-300 TWh, sull’EBITDA per il 2022 rispetto al 2021 è rivalutato a circa -29 miliardi di euro. Questo significa che peggiora ulteriormente la previsione di luglio di 24 miliardi di euro in meno di guadagni quest’anno.

A seguito dell’annuncio di ieri da parte del governo di un limite all’aumento delle tariffe regolate dell’energia elettrica al +15% per il 2023, gli obiettivi del gruppo per la fine del 2023 saranno oggetto di revisione una volta definiti i termini regolatori per il 2023.

La stima della produzione nucleare francese per il 2023 è confermata invece a 300-330 TWh, mentre per il 2024 a 315-345 TWh.

Nonostante la notizia di questo profit warning, il titolo nella seduta odierna sta correggendo solo dello 0,33%.