EDF: delisting comporterà redistribuzione dei flussi di investimento anche su Enel (analisti)

7 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Il primo ministro francese Elisabeth Borne ha annunciato l’intenzione del governo di nazionalizzare Electricite de France (Edf). Il gruppo, in Italia presente con Edison, è uno dei cardini del sistema energetico francese ed è già controllata dallo Stato per l’84%.
La nazionalizzazione segue il processo avviato dal Governo Francese negli ultimi mesi, con i cap ai prezzi energetici imposti dal Governo (con impatti economici significativi sul bilancio della controllata) e gli ingenti investimenti necessari per proseguire sulla strada del nucleare per l’indipendenza dal gas nei prossimi decenni.
Il delisting di EDF, afferma Equita, potrebbe comportare una redistribuzione dei flussi di investimento sugli altri titoli del settore quotati in Europa (tra i quali ENEL) anche in ragione del re-balancing negli indici di riferimento. Gli analisti non stimano tuttavia effetti significativi.