Dopo il rifiuto di Vodafone, Iliad guarda al possibile spin-off di TIM?

11 Febbraio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Nella giornata di ieri Vodafone ha ufficialmente rigettato l’offerta da 11,5 miliardi di euro avanzata qualche giorno fa da Iliad per l’acquisizione degli asset italiani della multinazionale inglese. Il Cda e la direzione di Vodafone sottolineano di essere concentrati sulla fornitura di valore per gli azionisti anche continuando a perseguire diverse opportunità di consolidamento.
Secondo Iliad l’offerta era in linea con la volontà del management di Vodafone di consolidare in Italia nell’interesse degli azionisti e annuncia che andrà avanti con la strategia stand-alone.

Viene meno quindi, almeno per ora, un’ipotesi di consolidamento del mercato italiano che avrebbe portato, secondo gli analisti di Equita, a un miglior contesto competitivo.
Secondo la Sim milanese il consolidamento tra Iliad e Vodafone era uno scenario favorevole anche per TIM, in quanto la società francese Iliad avrebbe avuto meno interesse a proseguire politiche commerciali aggressive come ci ha abituato negli ultimi anni.
Su Telecom ora il focus, oltre che sull’offerta in corso di valutazione di Kkr, è sull’ipotesi di spin-off della rete, gli analisti ritengono infatti che Iliad avrà interesse per la parte commerciale di TIM.
Proprio sul fronte spin-off della rete e piano industriale si sono registrate delle posizioni contrarie dei sindacati che temono un indebolimento della posizione competitiva e un impatto sul fronte occupazionale.