Crollo verticale per i servizi in Italia, a marzo Pmi scende ai minimi storici

3 Aprile 2020, di Mariangela Tessa

Crollo verticale per il settore italiano dei servizi nel mese di marzo. Secondo i dati comunicati oggi, l’indicatore ha segnato un calo a 17,4 punti (contro i 22,5 punti attesi) a fronte dei 52,1 dei punti del mese precedente.

Tale tracollo è il calo più forte dall’inizio della raccolta dei dati 22 anni fa. Le aziende intervistate hanno collegato questa flessione alle misure di emergenza e alle chiusure imposte per arginare la diffusione del Covid-19. Anche i nuovi ordini e l’occupazione hanno registrato crolli record mentre le aspettative sull’attivita’ sono scese ad un minimo record

Risultato non differente lo ha registrato l’indice IHs Markit servizi dell’eurozona che  è crollato al nuovo minimo record di 26,4 da 52,6 di febbraio. A livello nazionale, Italia e Spagna hanno registrato le contrazioni più forti sia dei nuovi ordini che dell’attività.