Crollo del 29,7% del mercato auto, su immatricolazioni pesa attesa per incentivi

1 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

A marzo le auto immatricolate in Italia sono state 119.497, in calo del 29,7% su marzo 2021. Se si fa riferimento all’ultimo marzo precedente la pandemia, cioè a marzo 2019, il calo è di ben il 38,5%.

Complessivamente il primo trimestre ha visto 338.258 immatricolazioni, con cali del 24,4% sul primo trimestre del 2021 e del 37,1% sullo stesso periodo del 2019.

Il Centro Studi Promotor, proiettando i dati trimestrali sulle vendite dell’intero 2022, indica un volume di immatricolazioni di 1.127.527, livello molto vicino a quello del 1967.

Tra i fattori a frenare gli acquisti c’è anche l’attesa degli incentivi annunciati ma non emanati. “Gli annunci e la conseguente aspettativa degli incentivi stanno di fatto paralizzando il mercato ormai da mesi e, se il Governo non provvede a emanare con urgenza il decreto attuativo che li rende fruibili, si rischia di aggravare e prolungare ulteriormente la crisi delle immatricolazioni” avverte Michele Crisci, Presidente dell’UNRAE.