Crisi governo: Scope, potrebbe complicare decisioni Bce su strumento anti-frammentazione

15 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

“La crisi politica italiana potrebbe complicare il processo decisionale della Banca centrale europea (Bce) relativo al suo strumento anti-frammentazione, aumentando la volatilità del mercato e quindi con un impatto negativo sul costo del finanziamento del governo”. Questo il commento di Alvise Lennkh-Yunus, Deputy Head, Sovereign and Public Sector ratings di Scope Ratings, agenzia di rating europea, in merito alla situazione politica italiana. Ieri sono arrivate le dimissioni del premier Mario Draghi dopo lo strappo del M5S che non ha votato il Decreto Aiuti. Dimissioni respinte dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e ha invitato l’ex numero della Bce a presentarsi in Parlamento per una verifica della tenuta della maggioranza (mercoledì).