Crisi di governo, Robin Brooks (IIF) su scudo salva-Btp: l’Italia potrebbe aver bisogno di un sostegno permanente

21 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Così il capo economista @IIF, ovvero dell’Instituite of International Finance ed ex capo strategist forex di GoldmanSachs Robin Brooks sul nuovo ipotetico bazooka della Bce, scudo anti-spread atteso per la giornata di oggi, durante il Bce Day.

Nel post pubblicato su Twitter, Robin Brooks ha dato informazioni sullo scudo anti-spread o anche strumento di frammentazione anti euro, così come lo ha definito la numero uno della Bce, Christine Lagarde:

“Lo strumento anti-frammentazione di Lagarde dovrebbe indicare il tetto massimo dei rendimenti dei bond, presentandosi alla stregua di un eurobond sintetico: elemento che non sarebbe tuttavia contemplato nel mandato della banca centrale, con la conseguenza che il bazooka potrebbe essere adottato solo in modo occasionale. Peccato però che ‘l’Italia potrebbe aver bisogno di un sostegno permamente’.

Lo spread Btp-Bund è in ulteriore allargamento in area 220 punti base dai 212 a cui era salito ieri. In 24 ore è salito di oltre 20 punti base. Il rendimento del decennale italiano è salito al 3,5%, superando quello della Grecia che è del 3,48%.

Insieme al post, Brooks ha pubblicato un grafico che riassume quella frase che ha reso Draghi il salvatore dell’euro e dell’Eurozona, proferita dieci anni fa, il 26 luglio del 2012, e che ha consegnato Mario Draghi alla storia come il MR Whatever It Takes.