Crescono i mutui, ma anche le sofferenze delle banche

20 Luglio 2016, di Alberto Battaglia

Aumentano i mutui in essere presso le famiglie italiane, ma anche le sofferenze delle  banche, al netto delle svalutazioni: questo il chiaroscuro dipinto sulle banche italiane a maggio.

Secondo i dati mensili comunicati dall’ Abi,  i mutui contratti dalle famiglie italiane sono cresciuti dell’1,5% rispetto al maggio 2015; nello stesso periodo le sofferenze nette sono passate da 83,9 a 84,9 miliardi (+1,8%).

In crescita anche anche il rapporto tra sofferenze nette e impieghi totali, 4,67% ad aprile 2016 rispetto al 4,62% di maggio 2015. Il ritmo di crescita delle sofferenze, tuttavia, sta diminuendo rispetto a fine 2015.

Le condizioni del creditocredito sono particolarmente favorevoli con un tasso d’interesse che a giugno ha raggiunto il minimo storico con un tasso medio per i mutui casa al 2,21% (era il 2,25% a maggio).