Corruzione, caso Penati: tutti assolti alla Provincia di Milano

11 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

MONZA (WSI) – Assolto dal Tribunale di Monza l’ex presidente della provincia di Milano del Pd ed ex sindaco di Sesto San Giovanni, Filippo Penati insieme agli altri 9 imputati e alla società Codelfa.

Per il giudice di primo grado il fatto non sussiste e Penati è stato così prosciolto dall’accusa di tangenti per la gestione del servizio integrato Trasporti Alto Milanese tra il novembre 2001 e dicembre 2010 sia dall’accusa riguardante una mazzetta per la caparra di una compravendita immobiliare tra Bruno Binasco e l’imprenditore Piero Di Caterina e da quella per i finanziamenti alla sua fondazione ‘Fare metropoli’ e per i 14 milioni di riserve incassate dai Gavio nell’appalto della terza corsia dell’A7, la Milano Serravalle.

Il Pubblico Ministero aveva chiesto la condanna di Filippo Penati a 4 anni di reclusione ma il tribunale di Monza ha prosciolto l’imputato insieme a Bruno Binasco, ex manager del gruppo Gavio, l’architetto Renato Sarno, Giordano Vimercati, ex capo di gabinetto della Provincia, Antonino Princiotta, ex segretario generale della Provincia, Norberto Moser, manager di Codelfa, Massimo Di Marco, AD di Milano Serravalle, Gianlorenzo De Vincenzi, manager di Milano Serravalle e gli imprenditori e accusatori del politico Pd, Giuseppe Pasini e Piero Di Caterina.