Coinbase precipita a -22% a Wall Street, ricavi trimestrali deludono gli investitori

11 Maggio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Coinbase in forte calo oggi a Wall Street. Il titolo dell’exchange di criptovalute segna -22% a 56 dollari, sui nuovi minimi storici. Da inizio anno il crollo è del 77% circa.

Coinbase ha diffuso numeri trimestrali decisamente deludenti e anche per il trimestre in corso le prospettive non sono rosee a causa del crollo dei prezzi delle criptovalute.

Coinbase ha registrato un crollo del 35% delle entrate totali a 1,17 miliardi di dollari nei primi tre mesi dell’anno. Numeri decisamente inferiori rispetto agli 1,48 mld $ del consensus Bloomberg. I volumi di trading sono scesi a 309 miliardi di dollari per il trimestre conclusosi il 31 marzo dai 335 miliardi di dollari dell’anno precedente. Gli utenti che effettuano transazioni mensili sono scesi a 9,2 milioni, al di sotto di una stima di 9,5 milioni.

Il trading da parte dei retail ha subito un duro colpo, con volumi che sono crollati del 38% a 74 miliardi di dollari, di contro quello istituzionale è cresciuto del 9% a 235 miliardi di dollari.

La perdita netta attribuibile agli azionisti ordinari è stata di 429,7 milioni di dollari, o 1,98 dollari per azione, per i tre mesi chiusi a marzo, rispetto all’utile netto di 387,7 milioni di dollari, o 3,05 dollari per azione, un anno prima.