Codice degli appalti, meno poteri all’Anac: scoppia il caso Cantone

21 Aprile 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Scoppia il caso Cantone. A denunciarlo il M5S e alcuni esponenti del PD che hanno messo in luce come nel nuovo Codice degli appalti approvato dal Cdm vengono tolti poteri all’Autorità anti corruzione, l’Anac.

Come ha detto il vicepresidente del Senato Luigi Di Maio:

“Hanno tolto i poteri all’Anac e ora i senatori fingono di litigare con il governo ma quello che sta facendo questo governo non ha niente a che fare con la lotta alla corruzione“.