Cellularline giù a Piazza Affari, Esprinet conferma Opa ma a prezzo più basso

20 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Vendite su Cellularline che segna -6,55% in area 3,71 euro dopo che Esprinet ha conferma l’intenzione di lanciare un’OPA su Cellularline, ma rivedendo al ribasso il prezzo d’offerta rispetto a quello indicato a maggio.

Dopo aver completato le attività di limited due diligence, il Consiglio di Amministrazione di Esprinet ha confermato l’interesse al compimento di un’offerta pubblica di acquisto volontaria avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie di Cellularline, finalizzata al delisting. Le risultanze della due diligence limitata hanno fatto emergere un potenziale rischio di svalutazione di alcune poste patrimoniali del capitale circolante. Esprinet precisa che i suddetti rischi di svalutazione sono anche conseguenza del fatto che, pur avendo Esprinet presentato a Cellularline specifiche richieste di approfondimento, quest’ultima abbia deciso di darne riscontro in via limitata giustificando ciò sulla base della circostanza che secondo Cellularline Esprinet operi come concorrente in alcuni mercati di riferimento. Alla luce di quanto precede, sulla base del sopra menzionato limitato accesso alle informazioni richieste in sede di due diligence, Esprinet ha optato di assumere un approccio prudenziale rispetto alle poste patrimoniali di cui sopra, applicando alle stesse le proprie policies e/o le serie storiche derivanti dalla loro applicazione e conseguentemente rettificando i relativi valori per un importo complessivo di circa 10,5 milioni di euro. Pertanto, Esprinet ha deciso di apportare all’enterprise value di Cellularline sotteso al corrispettivo indicato nella Manifestazione di Interesse una riduzione pari a Euro 10,5 milioni, non confermando pertanto il prezzo di Euro 4,41 per azione1 comunicato il 7 maggio scorso.

Il corrispettivo dell’offerta è stato fissato in 3,75 euro per azione, calcolato come la differenza tra il prezzo di 4,41 euro per azione oggetto della Manifestazione di Interesse e l’importo di Euro 0,16 per azione corrispondente al dividendo in natura e contanti deliberato dall’Assemblea del 27 aprile 2022 con data di stacco cedola il 23 maggio 2022 e data di pagamento il 25 maggio 2022, nonché l’importo di Euro 0,50 per azione di cui alle rettifiche patrimoniali sopra indicate.