Cazoo compra Brumbrum ed entra nel mercato italiano della vendita di auto online

26 Gennaio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Deciso rialzo del 6,70 % in Borsa per Cazoo, società attiva nella vendita di auto online. I rialzi sono spinti dall’annuncio di oggi dell’acquisto di Brumbrum per 80 milioni di euro. Il perfezionamento sarà ultimato nei prossimi giorni, con un’offerta basata su un mix di cash e azioni di Cazoo.
L’operazione combinerà la piattaforma, la capacità finanziaria e il marchio di Cazoo con l’esperienza nel mercato locale e le relazioni commerciali in Italia di brumbrum. Una volta completato il processo di integrazione, si potrà accelerare il lancio della proposta completa di Cazoo in tutta Italia entro la metà’ di quest’anno.

In seguito al recente lancio in Francia e Germania e alle acquisizioni in Spagna e in Italia, Cazoo è ora presente nei cinque maggiori mercati europei per le auto usate, con una vendita di oltre 50.000 auto dal suo lancio avvenuto poco più di due anni fa. Brumbum è stata fondata nel 2016 e si è presa uno spazio nel mercato italiano della vendita e nel noleggio a lungo termine di auto online. Oggi conta un team di 180 persone nello stabilimento di Reggio Emilia che ha la capacità di ricondizionare più di 15.000 veicoli all’anno.
Cazoo è stata fondata nel 2018 dall’imprenditore inglese Alex Chesterman e dall’anno scorso è quotata alla Borsa di New York e vanta già di un team di oltre 3.800 persone distribuite tra Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Portogallo.

Alex Chesterman, OBE, Founder & CEO di Cazoo ha commentato: “Ci stiamo espandendo nei mercati chiave in Europa più velocemente del previsto, e questa acquisizione accelererà i nostri piani di lancio in Italia, in modo da offrire ai clienti migliore selezione, valore, qualità e comodità al momento dell’acquisto o del noleggio a lungo termine della loro prossima auto. Non vedo l’ora di dare il benvenuto al team di brumbrum all’interno di Cazoo, e di lavorare con loro per offrire la migliore esperienza di acquisto di auto ai consumatori italiani”