Casa: acquisto batte affitto nelle zone periferiche

19 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Nonostante la situazione economica molto delicata, in Italia il mercato immobiliare è ancora vivace. Ma è meglio comprare casa in questo momento o andare in affitto? A questa domanda risponde un’analisi dell’Ufficio studi di Tecnocasa che parte dal presupposto che in caso di acquisto si abbia liquidità sufficiente per coprire almeno il 20% del valore, le spese accessorie e quelle necessarie all’accensione del mutuo. Inoltre, va considerato sempre il rapporto rata reddito.

Affitto o acquisto: l’analisi di Tecnocasa

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha considerato un appartamento di tipologia medio-usato, situato in tre zone: centro, semicentro e periferia di Milano, Roma e Napoli e ha simulato l’acquisto sia di un bilocale sia di un trilocale. Ha poi ipotizzato un mutuo a 25 anni, al tasso di 1,82%, con copertura sia al 70% sia all’80% del valore dell’immobile.  Si è proceduto poi a confrontare la rata del mutuo con il canone di locazione e si è indicato il reddito necessario per accedere al credito (valore indicativo). Si tratta di casi specifici che, cambiati, possono portare a risultati diversi, senza però impedire di trarre delle conclusioni valide a livello generale. Così a Milano i canoni di locazione sono aumentati di più che in altre città. L’importante aumento dei prezzi e il rialzo dei tassi sui mutui ha fatto sì che in molti casi l’acquisto della casa prevedesse una rata più alta del canone di locazione. A Roma, dove il rialzo dei canoni di locazione è stato più contenuto, ma i prezzi sono ancora bassi alla luce del fatto che la ripresa è iniziata solo nel 2021, l’acquisto batte sempre l’affitto nelle zone periferiche. Infine a Napoli, nonostante l’aumento dei prezzi e dei tassi di interesse la rata di mutuo risulta sempre più conveniente del canone di affitto ad eccezione della zona semicentrale di Fuorigrotta dove con mutuo a copertura dell’80% del valore dell’immobile i canoni di locazione sono più bassi della rata.

L’indagine di Tecnocasa infine rivela che l’aumento dei tassi di interesse, l’aumento dei prezzi e dei canoni di locazione ha cambiato lo scenario rispetto ad un anno fa e le rate sono in aumento; inoltre, rispetto a un anno fa si contano più casi si in cui il canone di affitto è più basso rispetto alla rata di mutuo. Nonostante questo, l’acquisto risulta ancora una scelta opportuna, soprattutto nelle zone periferiche dove i prezzi sono ancora bassi. Nelle aree centrali e semicentrali, talvolta più costose, l’affitto potrebbe risultare più conveniente dell’acquisto. In questo momento il mercato offre ancora valide occasioni, ma il trend dei valori è in salita, motivo in più quindi per acquistare anche perché i mutui, nonostante lo scenario mutato, sono ancora convenienti.