Brevetti: quattro regioni tra le prime 30 in Europa, Lombardia in testa

5 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Italia paese di inventori come confermano gli ultimi dati snocciolati dall’EPO, l’Ufficio Europeo dei Brevetti secondo cui lo scorso anno aziende e inventori italiani hanno depositato presso EPO un totale di 4919 domande di brevetto, il numero più alto mai registrato fino ad oggi.

A livello geografico, sono quattro le regioni italiane entrate tra le prime trenta europee in base alle domande di brevetto all’ EPO: Lombardia (12° posto), Emilia Romagna (18°), Veneto (22°) e Piemonte (30°). Di queste, il Veneto è quella che ha registrato la crescita più forte (+7,5%).

Proprio la Lombardia rimane la regione numero uno in Italia per le domande di brevetto. A seguire l’Emilia Romagna con una quota del 16,7% e il Veneto (quota del 13,1%). Queste tre regioni rappresentano oltre il 60% di tutte le domande di brevetto dall’Italia a EPO. L’Abruzzo ha registrato un aumento del 175,5% anche se da una piccola base di 49 domande di brevetto nel 2020 a 135 nel 2021.

Brevetti: i dati dell’EPO

Complessivamente, l’Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO), dopo una leggera diminuzione nel 2020 (- 0,7%) ha ricevuto 188.600 domande nel 2021 in aumento del 4,5%. Il numero di domande di brevetto, un primo indicatore degli investimenti delle aziende in ricerca e sviluppo, è aumentato in nove dei primi dieci settori tecnologici maggiormente brevettati. La crescita più forte è quella attribuita alla comunicazione digitale e alla tecnologia informatica seguita da aumenti consistenti nel settore farmaceutico e biotecnologico, evidenziando alti livelli di innovazione nei vaccini e in altre aree dell’assistenza sanitaria (Healthcare).

Per le aziende italiane, il settore dei trasporti – dove sono depositati molti brevetti del settore automobilistico – è stato ancora una volta per il quarto anno consecutivo il settore tecnologico numero uno per le domande di brevetto all’EPO. Aziende e inventori italiani hanno depositato 400 domande di brevetto in tecnologia legate ai trasporti nel 2021 presso EPO con un aumento del 9,3% rispetto all’anno precedente e più del doppio della crescita media complessiva di quel settore (+4,5%). Nella tecnologia medica, il secondo settore tecnologico più grande in assoluto a EPO nonché terzo settore tecnologico più grande in Italia, gli inventori italiani hanno depositato il 16,4% di domande di brevetto in più rispetto al 2020, superando nettamente l’aumento medio dello 0,8%.