Brent di nuovo a 120$ dopo che Arabia alza prezzi greggio per clienti asiatici

6 Giugno 2022, di Redazione Wall Street Italia

La mossa dell’Arabia, che ha aumentato i prezzi per il mese di luglio più delle attese nei confronti dei clienti asiatici, alimenta la salita dei prezzi con Brent tornato sopra i 120 dollari al barile, mentre il WTI viaggia poco sotto in area 119,65 dollari.

Durante il fine settimana l’Arabia ha aumentato tutti i prezzi di vendita ufficiali (OSP) per il loro greggio in Asia e in Europa per luglio, mentre gli OSP sono rimasti invariati per gli Stati Uniti. L’aumento è stato leggermente superiore a quanto il mercato si aspettasse.

Settimana scorsa l’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio e dei suoi alleati, chiamati OPEC+, hanno deciso di aumentare la produzione in luglio e agosto di 648.000 barili al giorno, ovvero il 50% in più del previsto. Inoltre, venerdì l’Iraq ha dichiarato che mira ad aumentare la produzione a 4,58 milioni di barili al giorno a luglio.