Bper Banca: arriva autorizzazione Bce ad acquisizione di Carige, closing entro prima decade giugno

26 Maggio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Bper Banca ha annunciato di avere ricevuto dalla Banca Centrale Europea (Bce) l’autorizzazione all’acquisizione di una partecipazione di controllo diretto in Banca Carige e, indiretto, nelle sue controllate Banca Monte di Lucca e Banca Cesare Ponti. Il closing dell’acquisizione della partecipazione di circa l’80% del capitale sociale ordinario di Carige detenuta dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) e dallo Schema Volontario di Intervento possa perfezionarsi entro la prima decade di giugno, una volta verificato l’avveramento di tutte le condizioni sospensive previste dal contratto.

L’acquisizione della partecipazione di controllo di Carige da parte di Bper Banca comporterà, per quest’ultima, l’obbligo di promuovere, nei modi e nei tempi previsti dalla normativa vigente, un’offerta pubblica di acquisto totalitaria sulle azioni Carige non detenute da Bper Banca. Come già annunciato al mercato, si legge ancora nella nota, l’Opa verrà promossa ad un prezzo di 0,80 euro per ciascuna azione ordinaria.

“Notizia positiva, anche se largamente attesa – affermano da Equita -. Sulla base delle nostre stime e in attesa di avere maggiori dettagli con il prossimo business plan, riteniamo che la ricapitalizzazione in Carige da parte del FITD per 530 milioni e la conversione di DTA per circa 320 milioni (post effetto fiscale) dovrebbero permettere di coprire i costi di ristrutturazione/integrazione di Carige, con la combined entity che atterrerebbe con un Cet1 in area 13% e un NPE Ratio inferiore al 5%”.