Borse europee in rosso, Dax il peggiore: petrolio senza freni

7 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Partenza in deciso ribasso per le principali Borse europee, con il Dax tra i peggiori d’Europa, in scia alla minaccia di un potenziale divieto alle importazioni di petrolio russo che sta spingendo i prezzi del greggio al rialzo, alimentando i timori di inflazione. In Europa l’indice tedesco Dax cede oltre il 3% e il Cac40 lascia sul terreno il 2,7%, mentre il Ftse 100 indietreggia dello 0,87%

Sui mercati petrolio fuori controllo, con i prezzi che hanno toccato il livello più alto in quasi 14 anni dopo che il segretario di Stato americano Antony Blinken ha dichiarato domenica che gli Stati Uniti e i loro alleati europei hanno discusso la possibilità di vietare le importazioni di petrolio russo. Oggi non si prevedono importanti indicazioni macro, ma sarà importante seguire i dati sui prezzi al consumo negli Stati Uniti, in uscita giovedì. Altro evento chiave di questa settimana sarà, sempre giovedì, la riunione di politica monetaria della Banca centrale europea (Bce).