Bond is back: i tre motivi per cui è il momento di puntare sulle obbligazioni

21 Giugno 2022, di Redazione Wall Street Italia

Dopo il calo record, il mercato obbligazionario potrebbe tornare a risplendere di nuova luce offrendo così
uno dei migliori rendimenti degli ultimi anni. Così Paul Grainger, Head of Global Fixed Income & Currency di
Schroders secondo cui sono tre le ragioni principali per cui le obbligazioni sono particolarmente appetibili in
questo momento.

In primis perché i livelli di rendimento sono di nuovo interessanti e il potenziale di rendimento è buono, poi
le obbligazioni sono un buon diversificatore, soprattutto in periodi di incertezza economica e infine
l’esperto ritiene che il numero di rialzi dei tassi attualmente prezzato nei mercati obbligazionari non si
realizzerà a causa del picco dell’inflazione e del rallentamento della crescita.

Occhio alle obbligazioni: ecco perchè

Nel dettaglio, sostiene Grainger, i motivi per cui le obbligazioni “sono tornate” sono tre. Le valutazioni sono
interessanti dopo il forte ribasso e i livelli attuali offrono un potenziale di total return interessante. Anche
se ci sbagliassimo nel breve termine e i rendimenti obbligazionari continuassero a
salire, afferma l’esperto di Schroders, il maggior livello di reddito prodotto offrirebbe una protezione dalle
perdite in conto capitale superiore a quella che abbiamo visto da qualche tempo a questa parte.
Date le generali incertezze globali sul futuro della crescita economica, le obbligazioni globali possono
essere un buon diversificatore nell’ambito di un portafoglio più ampio. In effetti, il Global Aggregate, per
sua stessa natura, è anche un modo diverso di allocare nel mercato obbligazionario. L’indice Bloomberg
Barclays Global Aggregate ha un’esposizione a oltre 40 mercati sovrani e 20 paesi emittenti.
“È sempre più evidente che il rallentamento della crescita globale significherà che alcuni dei rialzi dei tassi
ipotizzati dal pricing del mercato obbligazionario non si realizzeranno, soprattutto perché sembra probabile
che l’inflazione stia raggiungendo il suo picco, se non addirittura l’abbia già raggiunto. Data la rapidità del
movimento del mercato, riteniamo che ciò abbia aperto una serie di opportunità molto interessanti. Per
questi motivi le obbligazioni sono tornate al centro dell’attenzione”, conclude l’esperto.