Bce conferma tassi fermo fino a dopo fine QE, rialzi saranno graduali

10 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Come da attese, la Bce ha mantenuto invariati i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale, rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,50%. Eventuali adeguamenti dei tassi di interesse di riferimento avverranno “qualche tempo dopo la fine degli acquisti netti del Consiglio direttivo nell’ambito dell’Asset Purchase Programme (APP) e saranno graduali. “Il percorso per i tassi di interesse di riferimento della BCE continuerà ad essere determinato dalle indicazioni prospettiche del Consiglio direttivo e dal suo impegno strategico a stabilizzare l’inflazione al due per cento nel medio termine”, spiega la Bce che aggiunge: “Il Consiglio direttivo prevede che i tassi di interesse chiave della BCE rimarranno ai livelli attuali fino a quando non vedrà l’inflazione raggiungere il due per cento ben prima della fine del suo orizzonte di proiezione e in modo duraturo per il resto dell’orizzonte di proiezione, e ritiene che si siano realizzati progressi l’inflazione sottostante è sufficientemente avanzata per essere coerente con la stabilizzazione dell’inflazione al 2 per cento nel medio termine”.