Banda ultra larga: Italia guadagna dieci posizioni nella classifica Ue

11 Luglio 2018, di Mariangela Tessa

L’Italia guadagna deici posizioni nella classifica per penetrazione della banda ultra larga che consente una velocità di almeno 30 megabit al secondo.

Lo afferma il presidente dell’Agcom, Angelo Cardani, nella sua relazione annuale  in cui si legge:

“Pur in un contesto di chiaroscuri che mantengono l’Italia in una posizione piuttosto arretrata rispetto alla media UE7” il Rapporto Desi 2018 “dà conto di dinamiche positive in particolare con riguardo alla concorrenzialità dei mercati e ai progressi nella diffusione delle infrastrutture a larga e larghissima banda in Italia. In particolare, il miglioramento delle prestazioni in termini di copertura delle reti NGA è etto ed ha portato l’Italia, in un solo anno, dal 23esimo posto nel 2016 al 13esimo nel 2017 nella classifica degli Stati membri”.