Banca centrale Nuova Zelanda e la mossa anti-inflazione: alza tassi al ritmo più forte in più di 20 anni

13 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

La Reserve Bank of New Zealand – banca centrale della Nuova Zelanda – ha alzato i tassi principali di riferimento di 50 punti base all’1,50%, più della stretta di 25 punti base attesa dal consensus, e al ritmo più forte in più di 20 anni. I tassi sono stati alzati per la quarta volta consecutiva.

“La Commissione ha concordato sul fatto che è appropriato continuare a rendere più restrittive le condizioni monetarie al ritmo che meglio riesca ad assicurare la stabilità dei prezzi e a sostenere la massima occupazione sostenibile”, si legge nel comunicato.

A seguito dell’annuncio il dollaro neozelandese si è rafforzato sul dollaro Usa, per poi perdere terreno attorno a $0,6844 rispetto al precedente massimo intraday di $0,6901.

La RBNZ ha confermato la battaglia contro l’inflazione, scrivendo nel comunicato che rimarrà concentrata sulla necessità di assicurare che l’elevata inflazione dei prezzi al consumo non si radichi nelle aspettative di una inflazione più alta nel lungo termine.