Banca Carige: si dimette Vittorio Malacalza

12 Luglio 2018, di Alessandra Caparello

Non si arrende la lotta intestina all’interno di Banca Carige. Dopo l’ex presidente Giuseppe Tesauro  rassegna le dimissioni anche il vicepresidente Vittorio Malacalza dal ruolo di consigliere all’interno del cda.

Il gesto di Malacalza in polemica con l’ad Paolo Fiorentino che, a detta del numero uno dell’istituto ligure, avrebbe delegittimato il suo ruolo di supplenza del Presidente nell’incontro con la stampa dello scorso 3 luglio, nel quale, anziché smentire la voce di supposte obiezioni della Bce a tale ruolo di supplenza, dice Malacalza nelle sua lettera di dimissioni, “la ha accreditata con una risposta evasiva e ambigua”.

La decisione è inoltre “determinata dalla divulgazione dell’intercettazione della conversazione telefonica tra Luca Parnasi e Paolo Fiorentino“.