Azimut acquista partecipazione nella statunitense BroadLight

12 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Azimut cresce ulteriormente negli Stati Uniti. Tramite la controllata americana Azimut Alternative Capital Partners (AACP), l’asset manager ha siglato un accordo per acquisire una partecipazione di minoranza in BroadLight, società di Private Equity specializzata in investimenti in società ad alta crescita e innovazione nei settori technology e consumer.

L’operazione prevede l’acquisto da parte di AACP di una quota del 10% di BroadLight, investendo capitale permanente nel business. I proventi verranno utilizzati come capitale circolante per investire nel team e nello sviluppo della struttura societaria. L’investimento di AACP non comporterà alcun cambiamento nella strategia, nella gestione, nel processo di investimento o nell’operatività ordinaria di BroadLight o di qualsiasi prodotto gestito da BroadLight. Azimut avrà altresì un posto nell’Advisory Board. L’operazione con BroadLight rappresenta la quarta acquisizione di AACP ed il secondo investimento in asset manager emergenti unici, dopo la partnership con HighPost Capital nel 2021.

“La partnership con Azimut offre a BroadLight l’opportunità di accelerare ulteriormente la sua crescita e perseguire interessanti opportunità di investimento a livello globale. Negli ultimi mesi, abbiamo avuto modo di conoscere il senior management di AACP e Azimut in Italia, Lussemburgo e negli Stati Uniti e siamo rimasti colpiti dalla loro attenzione verso i clienti e azionisti”, rimarca co-fondatore e Managing Partner di BroadLight, David Dorfman

Gabriele Blei, Chief Executive Officer di Azimut, commenta: “Questo accordo rappresenta per Azimut la quarta operazione nei private markets negli Stati Uniti in poco più di 24 mesi di attività. Il nostro obbiettivo è di continuare ad aumentare le nostre competenze all’interno di questo segmento, offrendo prodotti unici ed innovativi ai nostri clienti in tutto il mondo. Oggi il Gruppo gestisce oltre 5 miliardi di dollari nell’economia reale, pari a circa il 9% delle nostre masse gestite totali, con l’obiettivo di raggiungere e superare il 15% entro il 2024. Siamo lieti di aver trovato partner come BroadLight che ci aiuteranno a raggiungere questo target e, come per le nostre altre partecipate, lanceremo veicoli tramite la nostra piattaforma lussemburghese valorizzando le capacità distributive di Azimut”.