Amplifon: via libera all’emissione di un prestito obbligazionario

29 Gennaio 2020, di Alessandra Caparello

Via libera del cda di Amplifon all’emissione entro luglio 2020 di un prestito obbligazionario non convertibile di controvalore massimo di 350 milioni di euro con durata massima di sette anni.

La società, sulla base di dati manageriali preliminari non sottoposti a revisione contabile per l’esercizio chiuso il 31 dicembre 2019, rende anche noto che l’indebitamento finanziario netto consolidato (al netto delle passività per leasing) è previsto alla fine del periodo in esame in un intervallo compreso fra i 785 e gli 800 milioni di euro, in significativo miglioramento dagli 856,8 milioni di euro e 840,9 milioni di euro riportati, rispettivamente, al 30 settembre, 2019 e al 31 dicembre, 2018.