New York: la maggiore retata anti mafia della storia della citta’

20 Gennaio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Le organizzazioni di criminalita’ organizzata sono ancora attive, eccome, a New York. Lo dimostra l’ultima operazione condotta dall’FBI, che ha portato all’arresto di 127 persone sospettate di mafia. Tutti i presunti malviventi finiti in manette sarebbero membri, o in qualche modo associati, delle cinque famiglie mafiose presenti a New York (i Gambino, i Genovese, i Lucchese, i Bonanno e i Colombo), o esponenti della famiglia DeCavalcante, del New Jersey, e di una famiglia del New England.

A riferirlo e’ l’FBI, che secondo quanto riportato da NBC New York avrebbe condotto le operazioni insieme alla polizia cittadina, alla polizia di stato e agli US Marshals, l’arma della corte di giustizia federale. L’operazione rappresenta la maggiore retata anti mafia nella storia della Grande Mela. I radi sono iniziati fin dalla prima mattinata newyorchese e hanno interessato diverse aree cittadine, anche se gran parte degli arresti sono stati effettuati a Brooklyn.

La retata supera per grandezza l’ultima grossa operazione condotta a New York, che nel 2008 porto’ all’arresto di oltre ottanta persone. Allora le operazioni furono coordinate con le autorita’ italiane, che arrestarono diverse persone in Italia mentre la polizia statunitense faceva altrettanto oltreoceano.

La retata e’ l’ultimo esempio di come la mafia sia ancora attiva a New York, soprattutto nel settore delle costruzioni e dell’usura. Si segnalano molti infiltrati anche nei sindacati dei lavoratori.

View more news videos at: http://www.nbcnewyork.com/video.