NEW YORK: IL NASDAQ RECUPERA PARTE DEL CALO

21 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tutti gli indici al ribasso martedi’ mattina, con il Nasdaq che e’ entrato brevemente in correzione tecnica in attesa di uno scontato rialzo dei tassi a breve dello 0,25% da parte della Federal Reserve questo pomeriggio.

A guidare il calo del Dow sono stati soprattutto i titoli General Electric Co. (GE) and Lucent Technologies Inc. (LU).

L’indice Nasdaq Composite intanto e’ in ribasso per il quinto giorno in sette sessioni, e a un certo punto ha raggiunto un ribasso di oltre il 10% rispetto ai massimi dell’anno. Una situazione comunemente chiamata ”correzione tecnica”. La forte flessione e’ durata poco, ma il Nasdaq continua a navigare nell’inchiostro rosso.

Al calo delle borse ha anche contribuito la comunicazione dell’ultimo dato relativo al deficit commerciale Usa in gennaio.

Il Dipartimento del Commercio Usa ha comunicato che il deficit commerciale degli Usa si e’ allargato in gennaio a 28 miliardi di dollari da 24,61 miliardi in dicembre.

Gli analisti si aspettavano in gennaio un aumento a 26,5 miliardi.

La crescita piu’ alta del previsto conferma la necessita’ per la Federal Reserve di continuare a pieno ritmo una politica monetaria restrittiva per fermare le spese ai consumi di beni d’importazione.

La notizia non e’ ovviamente positiva per i mercati finanziari, anzi: l’incertezza che ieri ha pesato sulle borse oggi viene rafforzata anzora di piu’ dal dato sul deficit.

Questo pomeriggio intorno alle 14:15 (20:15 ora italiana) il Federal Open Market Committee dovrebbe annunciare la decisione della Fed sui tassi di interesse a breve termine.

Un rialzo del 0,25% e’ gia’ stato largamente scontato dai mercati.

(VEDI VARIAZIONI INDICI AZIONARI IN PRIMA PAGINA E QUOTAZIONI INTERATTIVE QUI A FIANCO)

Ecco una lista dei principali titoli in movimento oggi:

Philip Morris (MO) e’ in rialzo di quasi i 6% a quota 21 dollari anche dopo che piu’ grande produttore di tabacco al mondo e’ stato condannato, insieme a Reynolds Tobacco Holdings Inc. (RJR), al pagamento di 1,72 milioni di dollari per risarcire i danni provocati ad un ex fumatore ed alla sua famiglia. La decisione arriva in un momento in cui il titolo Philip Morris la meta’ del suo valore nel corso del 1999.

American Home Products (AHP)e’ in rialzo di poco piu’ del 4% dopo che la tedesca BASF AG, il piu’ grande gruppo chimico europeo, ne ha annunciato l’acquisizione per 3,8 miliardi di dollari.

3Com Corp. (COMS) e’ in ribasso di quasi il 6%dopo che la societa’ ha fatto sapere di essere intenzionata a chiudere con il settore delle reti per grandi organizzazioni e a vendere la divisione di modem ”dial-up”. La nuova strategia diminuira’ la forza lavoro di un quarto rispetto al livello attuale di 11.800.

Il settore delle biotecnologie, dopo essere stato in discesa nella giornata di ieri, oggi continua a perdere terreno. L’indice Amex Biotechnology e’ sceso dell’11,7% ieri.

Protein Design Labs Inc. (PDLI) e’ in perdita di piu’ del 37% dopo aver perso ieri il 26%. Il titolo risente di una decisione contraria dell’ufficio brevetti europeo.

Human Genome Sciences Inc. (HGSI) perde attualmente l’1% dopo che il Los Angeles Times ha annunciato che la societa’ ha ricevuto il brevetto per un gene nello studio del virus dell’AIDS che i concorrenti potrebbero utilizzare per annullare la validita’ del brevetto.